TIC Jezersko
+386 (0)4 25 45 140
+386 (0)51 219 282
tic@jezersko.si

Info

-5°C
Jezersko
27. Nov

temperatura: -5°C
vento: šibek JV Più

Manifestazioni tradizionali


La storia di Jezersko 2018


EVENTI ESTIVI A JEZERSKO

Anche nell’estate 2018 proseguiamo con la due mesi estiva a tinte etnologiche che caratterizza Zgornje Jezersko da diversi anni.

Si tratta della nostra identità, che abbiamo mantenuto e che desideriamo condividere. A questo scopo abbiamo preparato una serie di eventi, i quali rappresentano un intreccio tra passato e presente. Gli appuntamenti sono interessanti per un ampio pubblico, con interessi che spaziano dalla nostra storia al patrimonio etnologico, naturale e alle imponenti montagne, fino agli agricoltori, agli animali e alla gastronomia. Il nome della rassegna, "La storia di Jezersko”, è tratta dal libro "Storie di Jezersko”, di Andrej Karničar, che narra le storie, le leggende e i ricordi relativi agli eventi di tutti i giorni, tramandati in passato solamente per via orale. Siete benvenuti a vivere gli eventi estivi di Jezersko, la "Storia di Jezersko”!


INFORMAZIONI:

Tutti gli eventi in ambito alla Storia di Jezersko sonogratuiti, ma sono benvenute delledonazioni.
Siete pregati di annunciare la vostra presenza in anticipo alla mail tic@jezersko.sioppure al numero di cellulare:051 219 282.


EVENTI SETTIMANALI (Dal 1/VII al 31/VIII 2018)

ogni MARTEDÌ alle ore 10:00; raduno presso il TIC (Centro turistico informativo), Zgornje Jezersko 57

Escursione guidata delle attrazioni naturali e culturali di Jezersko

Facciamo una bella passeggiata assieme nella pittoresca valle di Jezersko, alla scoperta del luogo e delle sue curiosità.

All’inizio del percorso incontreremo il torrente Jezernica, passando dalla sorgente della salutare acqua minerale che avremo chiaramente modo di provare come si faceva un tempo, dal palmo della mano. Da qui potremo già vedere la chiesa di S. Andrea, ubicata in un particolare sito che, superato, ci porterà al Casale Šenk, che conta oltre cinque secoli, dove viene svolta un’attività agroturistica sostenibile. Passeremo poi alla struttura vicina, ossia il Museo etnografico "Caserma Jenko”, con mura risalenti al XVI secolo. Facendo un ampio giro passeremo poi il lago Planšarsko per dirigerci infine nuovamente verso il centro del paese.

Su vostra richiesta saremo felici di adeguare l’escursione ai vostri desideri, aggiungendo anche altre fermate nella vallata.

ogni MERCOLEDÌ alle ore 10:00; raduno presso il TIC (Centro turistico informativo), Zgornje Jezersko 57


Camminata favolosa alla volta della Roccia dello Gnomo

La gita si snoda lungo il percorso fatto dalla gnoma Robidovka (Mora/lampone), descritto nell’omonimo libricino per ragazzi, dell’autrice locale Mija Murovec.

Lo gnomo Češminšek abita sotto una speciale roccia e da lunghi anni rallegra i bambini con le sue antiche storie su Jezersko, descrivendo le dolci bontà fatte con erbe aromatiche e frutti di bosco, che prepara Robidovka. Partendo dal centro TIC ci dirigiamo verso la Baita Ceca attraversando un percorso boschivo, lungo il quale conosciamo la natura e la storia della valle di Jezersko. Giunti alla Roccia dello Gnomo concludiamo la nostra escursione con un ottimo tè dello gnomo accompagnato da giochi, per ritornare rifocillati ed allegri verso il paese. La gita è adatta ai più giovani come pure ai loro genitori.

ogni GIOVEDÌ alle ore 10:00; raduno presso il Casale Šenk, Zgornje Jezersko 140


Dimostrazione della lavorazione della lana presso il Casale Šenk

La lana delle pecore autoctone della zona di Jezersko-Solčava è di alta qualità nonché adatta per realizzare svariati prodotti. Un tempo d’inverno nelle fattorie erano al lavoro i filatoi e i ferri da maglia. Le sapienti mani delle padrone di casa realizzavano tantissimi oggetti; calze e maglioni, ma anche coperte e piccoli prodotti decorativi. Al Casale Šenk potrete assistere almeno in parte alla dimostrazione di questa quasi persa e dimenticata usanza, che affiancati dagli esperti di casa potrete testare con le vostre mani.

il VENERDÌ alle ore 20.00 presso la Fattoria Jenko (13, 20 e 27 luglio; 3, 10, 17 e 31 agosto), Zgornje Jezersko 141


Recita "La Storia di Jezersko” nella Caserma Jenko

Nella Caserma Jenko, i cui vani di 500 anni sono oggi adibiti a museo, potrete assistere alla rappresentazione di tre storie di vita del passato degli abitanti di Jezersko. Gli attori del gruppo amatoriale locale si trasformano per l’occasione in pastori, carrettieri e negli altri personaggi tipici della storia del luogo, proponendo agli spettatori la vita di un tempo usando il vernacolo locale. Le storie narrate sono state scritte da Andrej Karničar nel libro "Storie di Jezersko”.


ogni SABATO alle ore 17.00 in riva al lago Planšarsko, Zgornje Jezersko 125a

Preparazione del masunjek su fuoco lento

Nella casetta a fianco del lago Planšarsko vi mostreremo come in passato i pastori sulle montagne si preparavano la tipica pietanza con panna e farina di grano saraceno, detta masunjek. Saremo felici di passarvi il mestolo così da goderci ancora di più tutti assieme il pasto preparato.


SANTE MESSE DOMENICALI

  •  Alle ore 8.00 Messa nella Chiesa parrocchiale di San Osvaldo
  •  Alle ore 10.00 nella chiesa di San Andrea a Ravne

EVENTI SINGOLI

IL BALLO DEL PECORAIO, evento etnografico sloveno più longevo,

lungo il lago Planšarsko, Zgornje Jezersko 125a

Domenica, 12 agosto 2018

La seconda domenica di agosto è riservata per il Ballo del pecoraio, evento etnografico più longevo del Paese, tradizionalmente organizzato dalla trattoria presso il lago e dall’Associazione turistica di Jezersko. Quest’anno si celebra la sua sessantesima edizione. Nel suo ambito vengono presentate le usanze di vita sulla montagna, il ritorno delle pecore alla valle e tutte le attività legate alla lavorazione della lana: la tosatura manuale, la filatura, la tessitura e la lavorazione delle calze coi ferri da lana.

Potrete deliziare i vostri palati con preparazioni caserecce, cucinate in modo tradizionale sul focolaio: il masunjek con latte acido e la polenta di grano saraceno con i cappucci garbi erano due pietanze che anche i pastori si preparavano in montagna. Inoltre, il profumo delle frappe (crostoli o chiacchiere) appena fritte ancora oggi ricorda il carattere festivo dell’evento.
Copyright 2020, Production MMstudio